giovedì 21 novembre 2019, ore
HOME
AUDIO KISS KISS - Napoli, Giuntoli: "Vogliamo chiarezza! Non esiste che un signore come Ancelotti, sempre collaborativo, sia stato espulso, abbiamo fatto ricorso, fiducia in Milik, soddisfatti del mercato, dispiace per Malcuit ma siamo coperti, non prenderemo uno svincolato, Ibrahimovic? Ora non ci pensiamo"
01.11.2019 13:25

NAPOLI - Cristiano Giuntoli, d.s. del Napoli, ha rilasciato un’intervista a Radio Kiss Kiss Napoli. Ecco quanto evidenziato da “Napoli Magazine”: “In Napoli-Atalanta arbitra Giacomelli ma decide Banti? Sono quelle anomalie a cui tutte le domeniche dobbiamo assistere, per mancanza di personalità degli arbitri non si sa chi arbitra se il var o gli arbitri, l’inerzia delle gare cambia continuamente, noi vogliamo chiarezza, vogliamo essere rispettati, sia il popolo napoletano che la società per la chiarezza dei bilanci dimostrata in questi anni. Non possiamo vedere ogni partita falsata, a favore o sfavore non ci interessa, vogliamo chiarezza. Perché Giacomelli non va al monitor? Non lo so, è quelloche gli abbiamo detto anche dopo la gara, in 5 anni non c’è mai stata questa confusione, il motivo ci sarà. Mi rifaccio alle parole di Gasperini che ha detto che dal campo sembrava rigore. Il buon senso va usato nella correttezza, dal vivo era rigore. Il difensore dell’Atalanta si scaglia con tutta la forza verso Llorente che si è difeso perché altrimenti sarebbe stato investito sulla faccia, era rigore netto. Dal frammento di immagine sembra fallo di Llorente ma non si vedeva la prospettiva. Ancelotti espulso? Io e Carlo siamo stati i primi a calmare gli animi e a cercare di mandare i ragazzi in campo pe finire la partita, non esiste che un signore come Ancelotti, sempre collaborativo, sia stato espulso, abbiamo fatto ricorso per questo. Roma-Napoli? Sicuramente ieri siamo stati tutto il giorno a cercare di non pensare alle scorrettezze che abbiamo subito e per cercare di invertire la tendenza, questa squadra sta raccogliendo meno di quanto merita, sta facendo sempre grandi prestazioni e i punti non sono reali per il valore della squadra e per il gioco espresso. Le prestazioni sono di altissimo livello, dal punto di vista fisico è stata una gara impressionante, è stata distaccata l’Atalanta del 20% su tutti i parametri fisici, questo vuol dire che il lavoro è fatto in un certo modo, speriamo già da domani di portare a casa punti. La Roma non è una sorpresa, ha grandi calciatori, ogni anno fa grandissimi investimenti, è da stupirsi quando non è lì, il Cagliari sta facendo molto bene, è presto per dare giudizi sulle rivelazioni del campionato, su chi fa bene e chi fa male. Milik? E’ un ragazzo che ha fatto due anni, due crociati, per due anni è stato praticamente inattivo con spezzoni di pochi minuti, l’anno scorso ha fatto 30 presenze, non partite e ha fatto 20 reti. Crea tante situazioni da gol, prende uno o due pali, è sempre molto pericoloso in ogni partita, siamo molto contenti di aver insistito su di lui e i fatti ci danno ragione. Di Lorenzo? E’ un motivo di orgoglio, siamo molto contenti del mercato fatto, Llorente ha già dato il suo contributo, Elmas ha grandi doti, Lozano ha giovato alla squadra creando tanti spazi, quando è arrivato ha fatto solo 10-12 allenamenti con la squadra, gli manca un po’ di condizione, ogni partita la comincia bene e cala alla distanza, siamo contenti del mercato, non solo di Di Lorenzo. Come sta Allan? Siamo fiduciosi, sono stati fatti tutti i test clinici del caso e sono negativi, la risposta è molto buona, speriamo di recuperarlo prima possibile. Se c’è possibilità di prendere uno svincolato a gennaio dato l’infortunio di Malcuit? Non ci pensiamo, abbiamo la fortuna di avere tanti ragazzi che possono giocare in quel ruolo, siamo sereni. Dispiace per Malcuit che si era inserito bene ma sul ruolo siamo stracoperti. Vittoria a Salisburgo? Dobbiamo affrontare nell’arco di 10 giorni due squadre che fanno della loro forza fisica la loro forza, è stato molto difficile affrontare il Salisburgo, anche l’Atalanta e la gara del ritorno col Salisburgo sarà molto delicata, loro non molleranno mai e sarà una gara determinante per il passaggio de turno e mi piacerebbe vedere uno stadio pieno, avremo bisogno di tutti, sarà una partita tremendamente difficile. Ora pensiamo alla Roma che pure è una partita difficile, ma siamo pronti ad affrontare questo momento. Siamo stati penalizzati molto, vogliamo chiarezza in generale, non vogliamo esser aiutati, vogliamo chiarezza perché in questo momento non c’è, serve un ente esterno e dobbiamo inserire ex calciatori perché solo loro conoscono certe dinamiche del calcio. Ibrahimovic? In questo momento non stiamo pensando a nessun calciatore, siamo molto concentrati sui nostri, siamo molto contenti del mercato, di chi è rimasto, ora dobbiamo portare a casa punti perché ci divertiamo”.

 

 

Rosa Petrazzuolo

 

Napoli Magazine

 

Riproduzione del testo consentita previa citazione della fonte: www.napolimagazine.com

Loading...
ULTIMISSIME HOME
TUTTE LE ULTIMISSIME
NOTIZIE SUCCESSIVE >>>