martedì 18 maggio 2021, ore
IN VETRINA
NM LIVE - Nicola Mora a "NM": "Napoli, la Champions è possibile! Insigne è fondamentale"
15.04.2021 17:01

NAPOLI - Nicola Mora, ex difensore del Napoli, ha rilasciato alcune dichiarazioni a "Napoli Magazine": "La sconfitta del Napoli contro la Juventus è stata solo un incidente di percorso, mi sembra evidente dopo la bella prestazione di Genova contro la Sampdoria. Si è rivisto un Napoli con personalità, che ha approcciato bene alla partita ed ha ottenuto meritatamente la vittoria. Il Napoli è stato padrone del campo. La corsa per un posto in Champions prosegue. Gli azzurri hanno anche saputo soffrire, quando a sprazzi la Sampdoria ha giocato un buon calcio. Con l'abnegazione e l'acume tattico messi in campo a Marassi, sarà possibile giocarsela fino al termine della stagione. Fabian Ruiz e Osimhen sono stati i migliori in campo. Fabian Ruiz, grazie alla presenza di Demme, e' ritornato ad essere l'uomo in piu' della manovra offensiva. Fabian è bravo nel seguire e nell'impostare l'azione. Si sente protetto dal lavoro di Demme e per questo e' ritornato ad essere un giocatore a tutto campo, dimostrando tutte le sue qualità. Osimhen ha ridonato al Napoli quell'imprevedibilita' e quel modo di attaccare lo spazio che in effetti ha solo lui, il nigeriano ha grandissime leve, è veloce e potente fisicamente, deve migliorare tecnicamente e progredire nel gioco in possesso di palla. Quando viene lanciato in profondita', Osimhen diventa devastante. Lo avevamo visto anche contro il Bologna. Sfruttando Osimhen, il Napoli puo' costruire non solo dal basso ma attaccare verticalmente con lanci lunghi. Koulibaly dà ampia garanzie al centro della difesa. Manolas e' ancora un po' indietro sia fisicamente che dal punto di vista della concentrazione. Lascia un po' a desiderare per il posizionamento: molti passaggi sbagliati, molte uscite sbagliate. Manolas ha grandissima fisicita', ma puo' e deve migliorare ancora tanto. Mi e' piaciuto l'approccio alla partita del Napoli. Si e' cambiato registro rispetto a Torino, c'e' stata una grandissima prestazione a livello tecnico ed attitudinale. Non era facile dopo la batosta contro la Juventus ritornare subito alla vittoria, contro una squadra che non aveva nulla da chiedere al campionato e per questo ha giocato in maniera spensierata mettendo in difficolta' gli azzurri piu' volte. Il Napoli ha saputo soffrire e colpire al momento giusto. Manolas e Mario Rui hanno commesso delle leggerezze evitabili nello sviluppo delle azioni. Quando si punta sul palleggio bisogna fare attenzione. I cambi di Gattuso mi sono piaciuti, ha letto bene la partita. Se avessi saputo che Lozano si sarebbe fatto ammonire, saltando cosi' la sfida con l'Inter, non l'avrei fatto entrare. Questo e' l'unico dispiacere, perche' contro i nerazzurri ci sara' un giocatore in meno tra i disponibili. Napoli-Inter sara' sicuramente una partita difficile. Vedremo come Gattuso gestira' la rotazione dei giocatori, avendo nel giro di pochi giorni le sfide contro i nerazzurri e la Lazio che saranno impegnative. La scelta iniziale della formazione l'ho condivisa. Politano offre grandissime garanzie, anche quando non gioca dall'inizio: ha trovato autostima, grandissima qualita' e quantita', sa fare anche la doppia fase come facevano Callejon e Lozano. Politano sta garantendo un grandissimo rendimento. Insigne e' il capitano: quando si accende e' una delizia vederlo giocare, a Genova non ha offerto una grandissima prestazione ma e' sempre imprevedibile. Il Napoli non puo' fare a meno di Insigne, anche per l'aiuto che da' in difesa oltre che in attacco. E' uno dei 10 migliori in Europa per i km percorsi. I numeri parlano piu' del mio parere, anche se fa poco e' indispensabile. Demme e' fondamentale perche' lascia la possibilita' a Fabian Ruiz di esaltarsi a livello offensivo, con Zielinski libero di poter spaziare dietro le punte diventa devastante. Questo centrocampo ha dato piu' equilibrio alla squadra. L'equilibratore Demme con il fantasista Zielinski e il costruttore di gioco Fabian Ruiz penso che compongano insieme il miglior reparto mediano. Le sfide contro Inter e Lazio saranno lo spartiacque della stagione. Ad inizio anno il Napoli poteva giocarsela per lo scudetto, poi sappiamo tutti quanto hanno inciso gli infortuni e i positivi al covid: questi fattori hanno falsato un po' il campionato del Napoli. A otto giornate dalla fine, gli scontri diretti saranno fondamentali. Il Napoli e' superiore a Lazio e Roma, con due buoni risultati gli azzurri potranno lottare per un posto in Champions".
 
 
Antonio Petrazzuolo
 
 
Napoli Magazine
 
 
Riproduzione del testo consentita previa citazione della fonte:www.napolimagazine.com

ULTIMISSIME IN VETRINA
TUTTE LE ULTIMISSIME
NOTIZIE SUCCESSIVE >>>