venerdì 26 febbraio 2021, ore
L'EDITORIALE
KISS KISS - Napoli, Meret: "Trovare continuità non guasterebbe, ma sono contento del percorso che sto facendo, dobbiamo essere più cattivi sotto porta, Supercoppa? Faremo di tutto per vincere, speriamo che presto i tifosi tornino allo stadio"
15.01.2021 14:19

NAPOLI - Alex Meret, portiere del Napoli, ha rilasciato un'intervista a Radio Kiss Kiss Napoli. Ecco quanto evidenziato da "Napoli Magazine": "Cosa mi aspetto dal 2021? Sicuramente spero in un 2021 più positivo sia per noi come squadra, sia per la situazione che stiamo vivendo, il ritorno dei tifosi allo stadio sarà importante per noi, per me trovare più continuità non guasterebbe, ma sono contento del percorso che stiamo facendo. Gol di Bakayoko a Udine? E' stato un gol importantissimo, ci ha permesso di trovare i 3 punti dopo la sconfitta con lo Spezia, dove abbiamo fatto tanto e raccolto poco. Con l'Udinese abbiamo concesso di più ma siamo riusciti a trovare questo gol che ci ha dato fiducia per ripartire in campionato per cercare di trovare continuità che è la cosa che ci sta mancando quest'anno. Abbiamo perso giocatori importanti per noi, ma c'è fiducia in tutta la rosa, chi va in campo dà il 100%, sono assenze importanti e speriamo di recuperarli tutti al più presto. Non ci sono gare facili, anche contro l'Empoli in Coppa Italia abbiamo creato tante occasioni che dovevamo concretizzare, dovevamo essere più concentrati in quelle due, tre occasioni subite in fase difensiva, siamo stati bravi però a stare sul pezzo e ad andare in vantaggio, non è scontato passare il turno. Se mi rimprovero qualcosa sui due gol presi contro l'Empoli? I miracoli si possono sempre fare, ma sono state due palle molto difficili. Il pranzo di ieri di squadra se l'ha pagato Bakayoko? Non so, perchè il mister aveva detto di sì, ma poi non so chi abbia pagato alla fine. E' stata una bella occasione per stare insieme, per staccare, abbiamo fatto tante partite di fila, oggi già abbiamo ripreso a lavorare per domenica. Emergenza Covid? E' un momento complicato, dobbiamo adattarci alla situazione che stiamo vivendo, non c'è tanto tempo per recuperare e preparare la partita successiva, il tempo è troppo poco e sapevamo che sarebbe stato così e facciamo il possibile per farci trovare pronti. Se ci sono difficoltà a giocare alle 12:30? Per l'orario cambia poco per noi, non è quello in cui giochiamo più spesso ma siamo pronti e preparati per affrontare la gara al meglio. Prossima gara con la Fiorentina? Faremo il nostro gioco, ma dobbiamo stare attenti, la Fiorentina ha giocatori di qualità sia a centrocampo che davanti, in fase difensiva dovremo essere più attenti, dovremo creare tante occasioni, essendo più cattivi e concreti sotto porta. La sconfitta con l'Inter? Primo tempo equilibrato, nel secondo abbiamo creato tantissimo, abbiamo fatto una grande partita, è stato un dispiacere perderla, ma in quella gara e pure con lo Spezia abbiamo creato tanto e subìto le poche occasioni che hanno avuto loro. Dobbiamo essere più cattivi sotto porta, ma col lavoro di tutti i giorni questo arriverà. Supercoppa con la Juve? Altra grandissima sfida contro la Juve che sta passando un momento positivo, sarà difficile ma daremo tutto per portare un altro trofeo a casa e dare un'altra gioia ai nostri tifosi. Vincere con continuità ti dà grande fiducia e consapevolezza nei tuoi mezzi, dobbiamo trovare quella continuità che ci è un po' mancata nell'ultimo periodo. Senza pubblico è molto triste, il bello del calcio è l'affetto e il tifo delle persone che ci sostengono, non averle allo stadio fa un effetto negativo, speriamo possano tornare al più presto, sono fondamentali per noi e per il movimento del calcio. L'affetto dei tifosi fa sempre molto piacere, qui a Napoli in particolare, Napoli è attaccata ai suoi idoli, a noi calciatori del Napoli, ci fa piacere e anche per questo è bello essere un calciatore del Napoli. Una mia dote avere le spalle larghe? Penso che bisogna vivere ogni situazione con equilibrio, quando arrivano critiche cercare di non ascoltarle troppo e quando arrivano i complimenti non prenderli troppo sul serio e conunuare a lavorare. Se l'Italia può vincere l'Europeo? Siamo una squadra importante che ha fatto molto bene negli ultimi anni, potremo dire la nostra, ci crediamo".

Loading...
ULTIMISSIME L'EDITORIALE
TUTTE LE ULTIMISSIME
NOTIZIE SUCCESSIVE >>>