domenica 9 agosto 2020, ore
TUTTI IN RETE
IL FLASH - Rosa Petrazzuolo: "Napoli, due esultanze emblematiche"
07.07.2020 19:09

NAPOLI - Dopo lo scossone, l'assestamento. La sconfitta di giovedì scorso contro l'Atalanta è servita al Napoli per capire che ogni errore viene pagato a caro prezzo e che non ci si può adagiare mai. Sembra praticamente sfumata ormai la chance di aggancio al quarto posto dopo questo scontro diretto che è valso alla squadra di Gasperini ulteriori tre punti per blindare il piazzamento in Champions. Mister Gattuso, dal suo canto, ha subito dato la scossa ai suoi: non sono ammesse brutte figure nè si possono regalare punti agli avversari. La reazione degli azzurri è stata immediata. Nella gara giocata domenica contro la Roma, la squadra ha dato prova di maturità. Ha affrontato l'avversario prendendone le misure, senza gettare la spugna e continuando a cercare il gol della vittoria anche dopo il temporaneo pareggio dei giallorossi. Spettacolari i gol di Callejon ed Insigne, uomini pilastri della squadra partenopea. Callejon ha esultato "a testa alta", come a testa alta ha vissuto il suo percorso nel Napoli in tutti questi anni, da professionista eccellente qual è. Il suo futuro è incerto, è in scadenza di contratto e per ora non si parla di rinnovo, ma chissà che le cose non possano cambiare e che non possa essere trovata un'intesa per proseguire assieme un cammino finora bellissimo. Altro protagonista del match contro la Roma è stato il capitano Insigne che ha suggellato la vittoria incantando tutti con uno dei suoi celebri tiri a giro e segnando una rete davvero splendida. Emozionante la sua esultanza con la corsa verso Gattuso, allenatore che gli ha dato la massima fiducia, ripagata da Insigne con prestazioni di altissimo livello, senza mai risparmiarsi ed aiutando all'occorrenza i compagni anche nella fase difensiva. La vittoria contro la Roma è importante sia perchè ha consentito agli azzurri di aggaciare i giallorossi al quinto posto in classifica, sia soprattutto per il morale. Il Napoli ha capito che facendo gioco di squadra, se stringe i denti può raddrizzare anche partite che non si mettono in discesa e può fare risultato. Nel fitto calendario di luglio è già tempo di affrontare in trasferta il Genoa, domani per gli azzurri sarà un'altra occasione per mettere a punto i propri equilibri in campo. Bisogna rendere i meccanismi di squadra assolutamente perfetti se si vuole arrivare nel migliore dei modi all'importantissimo appuntamento di agosto contro il Barcellona in Champions nella gara di ritorno degli ottavi di finale: le motivazioni per continuare a fare bene nonostante il campionato non dia più grossi stimoli, ci sono tutte.

 

 

Rosa Petrazzuolo

 

Napoli Magazine

 

Riproduzione del testo consentita previa citazione della fonte: www.napolimagazine.com

Loading...
ULTIMISSIME TUTTI IN RETE
TUTTE LE ULTIMISSIME
NOTIZIE SUCCESSIVE >>>