mercoledì 8 febbraio 2023, ore
TUTTI IN RETE
MERCATO - Venerato: "Ounahi, brutte notizie: il Napoli offre 15 milioni, ma l'Angers non abbasse le sue pretese e ne chiede almeno 25"
24.01.2023 14:42

NAPOLI - A “1 Football Club”, programma radiofonico in onda su 1 Station Radio, è intervenuto Ciro Venerato, giornalista Rai:

 

Parere sulla stagione del Napoli?

 

"Assegnerei un 10 e lode, ha perso soltanto una partita. Ha dominato il campionato non soltanto per i risultati ottenuti in campo, ma anche con un bel gioco. Una grande bellezza, una delle squadre più forti del calcio italiano, forse la più bella. Il Napoli di Maradona vinceva, ma le partite disputate erano noiose. Era un gioco costituito da tanti calci in profondità. Ma il calcio totale, corale, tencico e moderno lo associerei al Napoli di Vinicio e di Sarri, ma la differenza è che quello odierno vive un sogno probabilmente possibile. Vincerà probabilmente il terzo scudetto della storia, anche perché la concorrenza arranca. L'Inter la vera alternativa al Napoli per la propria rosa, ma ora è a -13. È diffiicle possa recuperare, in attesa naturalmente di Lazio-Milan. Se i rossoneri dovessero perdere, i partenopei avrebbero un rilevante vantaggio e potrebbe essere gestita maggiormente la rosa in vista anche degli impegni di Champions. Il Napoli potrebbe schierare, infatti, calciatori i quali giocano di meno, il Napoli 2.0, si potrebbe rinunciare a giocatori come Kvara, Osimhen o Lobotka".

 

Scambio Gollini-Sirigu?

 

"Le visite saranno svolte domani, si sta definendo l'arrivo di Pierluigi, il quale sarà anche convocato in vista della Roma. Accordo limato a 8 milioni con l'Atalanta, piuttosto che 8,5, cifra naturalmente fissata per l'eventuale riscatto del calciatore, in prestito al Napoli. Le visite sono state posticipate per limare i dettagli burocratici. La carriera di Gollini è ancora aperta, nulla accade per caso. In questi giorni il procuratore di Meret ha rivelato che ci sono club inglesi interessati al ragazzo, cioè il Tottenham. Ove mai arrivasse un'offerta importante in estate, non escludo che Alex possa anche andar via. Magari il Napoli ha ingaggiato Gollini in vista anche dell'eventuale operazione Caprile con il Bari. Pierluigi fino a due anni fa era ritenuto uno dei portieri più importanti. Anche se l'intenzione del Napoli è di rinnovare il contrarro di Meret, tentando di soddisfare le sue richieste nei limiti possibili. Il Napoli ha sempre il coltello dalla parte del manico, perché il contratto scade nel 2024, ma all'interno di esso ha un'opzione unilaterale per allungarlo sino al 2025. Se il Tottenham, tuttavia, dovesse avere una proposta di 30 milioni, si potrebbe anche pensare di cedere Alex. L'operazione Gollini è stata effettuata per accontentare Sirigu, il quale voleva andar via, ma potrebbe essere importabte anche per il futuro. Se Spalletti potesse permettersi di gestire la rosa, si potrebbe ipotizzare di dare spazio a Pierluigi".

 

Cessione Skriniar?

 

"Situazione molto chiara. Avendo saputo che il calciatore sarà promesso sposo del Psg, l'Inter non rifiuterebbe un'eventuale offerta a gennaio. Ma a Milan non converebbe salutare il club in questa finestra di mercato, poiché non riceverebbe i 20 milioni come premio allanfiema, oltre lo stipendio di 9. Se dovesse arrivare a Parigi a gennaio, non avrebbe questa premio. L'Inter vorrebbe l'addio di Skriniar a gennaio, ma non il calciatore".

 

Ounahi-Napoli?

 

"Non ci sono buone notizie. Gli azzurri sembrano aver mollato la presa, in seguito all'offerta di 15 milioni avanzata. L'Angers non si è resa disponibile alla trattativa, poichè ha chiesto 25 milioni. Contatti telefonici interrotti tra l'agente del calciatore e il Napoli, poiché la società azzurra lo valuta quella cifra e non si muove da quella posizione".

 

Futuro di Zaniolo?

 

"Me ne sto occupando da giorni, avevo già riferito che avrebbe rifiutato la convocazione con lo Roma per la gara con lo Spezia. Il Milan è sceso in campo ed ha proposto all'agente di Nicolò 18 milioni con bonus compresi, con l'obbligo di riscatto legato al possibile quarto posto. Se la Roma fosse disposta ad accettare l'offerta ponte, i rossoneri potrebbero anche alzare la cifra. Il Tottenham, invece, ha avanzato un'offerta di 20 milioni più bonus, con il riscatto legato alla qualificazione alla Champions e al 50% di presenza. Tuttavia, le presenze in Premier contano soltanto quando il giocatore scende in campo dal 1'. Se la Roma dovesse accettare l'obbligo condizionato, gli inglesi potrebbe alzare la posta sino a 25 milioni. Questa mattina è stata avanzata anche un'offerta dal West Ham, prestito con obbligo di riscatto legato alla salvezza fissato a 25 milioni. Se la Roma accettasse questa formula, per adesso bocciata, sarebbe la proposta più elevata. Sondaggi anche da parte di Nottingham Forest e Leicester".

 

Scambio Zaniolo-Messias?

 

"La società giallorossa sta trattando Zieych e Deulofeu. Per quanto concerne il primo, ci sono dei problemi economici per concludere l'operazione, perché la Roma dovrebbe pagare l'intero stipendio di 8,5 milioni, se dovesse arrivare in prestito. Se invece dovesse arrivare a titolo definitivo, i capitolini potrebbero sfruttare il decreto crescita, ma la cifra sarebbe elevata. Se il Milan alzasse l'offerta ed inserisse Messias, la Roma potrebbe anche pensarci, ma non credo sia un profilo cercato dai giallorossi. Il Milan ha comunque più possibilità di prenderlo, per i criteri del prestito offerto, perché l'ingresso tra le prime quattro sarebbe meno problematico rispetto alle proposte degli altri club".

 

Bonazzoli-Lazio?

 

"Profilo gradito, ci sono stati squilli tra i dirigenti delle squadre. Ma la base d'asta è di 7,5 milioni, bonus compresi, partirebbe soltanto a titolo definitivo. Magari la Salernitana può scendere a cifre diverse, ma non lo lascerà partite in prestito".

 

Deulofeu-Roma?

 

"È una pista seguita, ma l'Aston Villa è piu avanti. La Roma potrebbe prendere Zieych o Messias, se si trovasse l'accordo con il Milan. Lo spagnolo è un'opzione, ma ad oggi non è una pista calda. Perché si lavora tanto con il procuratore del marocchino".

 

Pellegrini-Lazio?

 

"Deve partire Fares per indice di liquidità. Nell'operazione Pellegrini ci sono problemi economici e legati alla formula dell'affare. La Lazio vorrebbe il prestito con diritto, perché lo stipendio di Pellegrini è pagato il 50% dalla Juve. Il prossimo anno, invece, il club nel quale giocherà il calciatore dovrà pagare l'intero stipendio. Federico percepisce 3 milioni, tanti per Lotito. Si dovrebbe discuetere con il procuratore di Pellegrini e convincere la Juve ad aiutare la Lazio economicamente. Situazione aperta, anche se Federico vorrebbe tornare a lavorare con Sarri. È una pista aperta, ma mancano ancora diversi tasselli. La Lazio sta lavorando su Pellegrini, ma potrebbe anche ingaggiare altri profili".

 

Dumfries stesso percorso di Hakimi?

 

"Assolutamente sì. Bisognerà capire soltanto quando partirà, ma è sicuro che il calciatore lascerà l'inter. L'Inter preferisce sacrificare Dumfries. Durante l'operazione Lukaku, il Chelsea ha inserito un'opzione. Il club potrebbe essere ben disposto ad ingaggiare l'olandese, anche se bisognerà capire il futuro di Potter. Come sostituto, i nerazzurri pensano a Buchanan, il quale costerebbe 25 milioni, anche se c'è tanta concorrenza. L'Inter sta seguendo questo profilo".

ULTIMISSIME TUTTI IN RETE
TUTTE LE ULTIMISSIME
NOTIZIE SUCCESSIVE >>>